• atte_logo40anni-con-atte

Associazione Categoria: Assistenza, Anziani, Associazione, Cultura, Sociale, Volontariato, e Svago

Profilo
Profilo
Foto
Mappa
Recensioni
Inserzione correlati
  • L’ATTE, Associazione Ticinese Terza Età, è una famiglia di quasi 13’000 socie e soci, attiva dal 1980 su tutto il territorio cantonale, grazie all’impegno di numerosi volontari che animano le Sezioni e i gruppi regionali. Gestisce 14 Centri diurni che operano per il benessere delle persone anziane offrendo loro occasioni di socializzazione e propone molte attività, tra le quali i corsi dell’Università della Terza Età, viaggi e soggiorni e altro ancora. Assicura inoltre un servizio di Telesoccorso a favore delle persone sole. Pubblica, 5 volte l’anno, la rivista terzaetà.
    I rapporti tra le diverse fasce di età rivestono un ruolo di primo piano sia nella nostra società che nella missione dell’ATTE. È quindi importante per un’associazione composta di anziani, oltre che proporre alle proprie socie e ai propri soci attività volte a favorire un invecchiamento attivo e a prevenire l’emarginazione, aprire il dialogo verso i giovani per condividere con loro valori ed esperienze culturali e di vita, per questo motivo l’ATTE organizza anche molte attività a carattere intergenerazionale, come ad esempio il servizio di appoggio scolastico, il museo della memoria o attività particolari all’interno dei centri diurni.
    I corsi dell’UNI3 offrono agli interessati (soci dell’ATTE e non) possibilità di aggiornamento su molti temi di natura culturale, che spaziano dagli orizzonti umanistici a quelli scientifici o tecnici. Essi garantiscono ai partecipanti momenti di approfondimento culturale, uniti a occasioni di socializzazione, quando possibile anche a carattere intergenerazionale. L’UNI3, per cercare di adattarsi a una situazione sgradita, attualmente offre i suoi corsi in teledidattica.
    Durante questa pandemia l’ATTE ha dovuto affrontare la straordinarietà della situazione predisponendo in tempi rapidi una serie d’interventi. Ma non si è trattato solo di dolorose rinunce, bensì anche di studiare con creatività qualche nuova proposta.
    Come primo tentativo di risposta alla condizione d’isolamento sociale imposto dall’epidemia, si è cercato d’intensificare e migliorare la comunicazione coi soci, sia attraverso i canali virtuali, sia – per raggiungere anche i soci che non hanno particolare dimestichezza con la tecnologia digitale – con numerosi numeri speciali della rivista terzaetà. Fra le proposte che hanno riscosso l’approvazione generale, va inoltre ricordata l’apertura del numero verde 0800 00 29 00 col quale si è inteso offrire agli anziani della Svizzera italiana un’opportunità di scambiare, seppure a distanza, quattro chiacchere informali con una voce amica, per rompere il silenzio di casa e allontanare il sentimento di solitudine.
    Anche i 12 Centri diurni ricreativi dell’ATTE sono stati temporaneamente chiusi per decisione delle Autorità sanitarie, ma ci auguriamo di poterci rincontrare presto.

  • Nessuna voce trovata

    Spiacenti, non abbiamo trovato alcuna voce. Modifica i criteri di ricerca e riprova.

    Mappa Google non caricata

    Spiacente, impossibile caricare le API delle mappe Google.

  • Lascia una Recensione

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *