• Foto1_TiratoriPoncione
  • Foto2_TiratoriPoncione
  • Foto3_TiratoriPoncione_SD

Associazione Categoria: Armi, Tiratori, e Sport

Profilo
Profilo
Foto
Mappa
Recensioni
Inserzione correlati
  • La Società Tiratori del Poncione di Claro ha una storia intensa vissuta con impegno e costanza da chi l’ha iniziata e da chi l’ha continuata. Come molte delle società di fine

    ‘800, la stessa è stata creata per la pratica del tiro al fucile militare e così è rimasta.

    Desideriamo riportare integralmente l’atto di fondazione:

    Claro, 24 maggio 1896 “Oggi dietro iniziativa dei sigg. maestri Tiziano Marioni e Portavecchia Dionigi sono radunati nella scuola maschile di San Rocco, alcuni militi e cittadini di Claro, per procedere alla formazione di una società di tiro”.

    Con esemplare e certosina precisione, tutte le pratiche furono inviate celermente alla competente autorità cantonale per la domanda di adesione. Il giorno 28 dello stesso mese giunse la risposta della speciale commissione con l’accettazione integrale dello statuto sociale, dichiarando ufficiale la costituzione della Società Tiratori del Poncione di Claro.

    Fino al 1904 i tiri si svolsero all’aperto a Claro in zona Bolle, dove in seguito sorse la casa del tiratore. Il completo rispetto delle prescrizioni di sicurezza vigenti fu sempre comunque una priorità dei dirigenti di allora.

    Il 5 ottobre 1904 venne deliberata la costruzione (semplice sosta) dello stand, oggi chiamato “la casa del tiratore”. Costo: l’400.- franchi!

    Nel 1908 si provvide al completamento della costruzione, creando le pareti: costo (serramenti compresi) 370.- franchi!

    Nel 1915 viene realizzata la soneria per garantire il collegamento tra la butte (marcatori) e lo stand di tiro (tiratori).

    Nel 1926 avviene la delibera del lavoro per la linea telefonica. In seguito lo stand e le attrezzature sono oggetto di altri miglioramenti, in parte sollecitati dagli ufficiali federali di tiro, in parte su iniziativa del comitato.

    La pratica del tiro soffre di una temporanea stasi (interruzione e diminuzione dell’attività dovute all’assenza dei militi per ragioni di servizio) durante i conflitti mondiali 1914-18 e 1939-45. Subito dopo l’armistizio del 1945 la società riprese l’attività. Molto giovani si avvicinarono al tiro e per una ventina d’anni furono organizzati dei corsi per giovani tiratori.

    Nel 1946 si festeggia il cinquantesimo in un ritrovo pubblico del paese, nelle vicinanze del poligono. L’organizzazione dell’evento risulta particolarmente impegnativa ma è molto sentita dai tiratori e seguita nella parte ufficiale da una forte partecipazione popolare. La perfetta riuscita della manifestazione sarà lo stimolo per un’attività intensa.

    Si partecipa regolarmente alle manifestazioni organizzate dalle altre società, ai tiri storici, ai tiri cantonali e ai tiri federali. Da segnalare in merito la presenza ininterrotta della Tiratori del Poncione ai Tiri Federali dal 1929 a tutt’oggi!

    Purtroppo nel 1969 la piazza di tiro “Alle bolle” è dichiarata inagibile a causa delle insufficienti misure di sicurezza. Dopo lunghe discussioni, sopralluoghi e tante promesse, abbiamo dovuto cercare altrove uno stand per continuare a svolgere la nostra attività.

    Dopo alcuni anni allo stand di tiro dei Saleggi di Bellinzona, dal 1991 svolgiamo i tiri fuori servizio, i tiri interni e gli allenamenti presso lo stand di tiro di Lumino / San Vittore.

  • Nessuna voce trovata

    Spiacenti, non abbiamo trovato alcuna voce. Modifica i criteri di ricerca e riprova.

    Mappa Google non caricata

    Spiacente, impossibile caricare le API delle mappe Google.

  • Lascia una Recensione

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *